Diario de la via della Plata – 7° Tappa

Da Zamora a Olleros de Tera 99,5 chilometri.

Usciti dall’albergo abbiamo seguito le indicazioni che ci hanno portato fino a Roales del pan e da qui su strada asfaltata per circa 4 km fino a riprendere il sentiero sterrato sulla sinistra. Qui i lavori dell’alta velocità sono ovunque sul cammino! La linea passerà per più di una volta sulla via de la plata in meno di un chilometro. La strada statale N-630 in questo tratto è davvero pericolosa perché passano molti tir a velocità davvero assurde.

Abbiamo ripreso la N-630 dopo Montamarta fino a Riego del Camino e da qui lo sterrato per Granja de Moreruela senza alcun problema.

Da qui il cammino si divide, quello Ourense e quello per Astorga.

Continuando sempre su sterrato si comincia ad andare verso ovest fino a sbucare su la strada asfaltata sul ponte che attraversa il Rio Esla. Da qui abbiamo proseguito tutto su asfalto fino a Faramontanos de Tabara. Anche qui c’e stato il passaggio di molti tir che stanno lavorando per l’alta velocità e la strada è molto stretta.

Subito dopo l’abitato, dopo una discesa si va a destra e si segue il cammino segnato fino a Tabara passando per Bercianos de Valverde per arrivare a Santa Marta de Tera.

Qui abbiamo incontrato un signore di 67 anni che con la sua bici era partito dall’Olanda e aveva percorso più di 3000 chilometri ed erano già 40 giorni che pedalava!

Breve sosta e siamo ripartiti per uno splendido sentiero fino a Olleros de Tera per sostare la notte nel l’albergue LA TRUCHA.

Riccardo Petrucci

Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.