Le tappe di avvicinamento al Festival della viandanza



– tappe



Percorrere antiche strade per raggiungere il Festival della Viandanza in bicicletta.

La Via Francigena, la Via dei Malaspina, la Via degli Abati e poi ancora la Via Francigena fino a Monteriggioni. Vie della storia riscoperte di recente, battute dai pellegrini di ieri e di oggi che si mettono in strada a piedi e in bicicletta.

Giancarlo Cotta Ramusino, e chi vuole aggregarsi, partirà da Novara il 20 Maggio per arrivare al Festival della Viandanza venerdì 31 Maggio.

Il percorso si snoda attraverso il Piemonte, la Lombardia, l’Emilia, la Liguria e la Toscana.

Saranno attraversate Novara, Vercelli, Mortara, Pavia, Voghera, Varzi, Bobbio, Farini d’Olmo, Bardi, Borgotaro, Pontremoli, Pietrasanta, Lucca, Altopascio e Fucecchio per giungere a Monteriggioni.

Il viaggio sarà in bicicletta, una Graziella, e un carrello per trasportare il bagaglio.

La scelta di muoversi con una Graziella segue l’idea che si possa provare a viaggiare anche con uno stile un po’ particolare, uscendo dalle convenzioni.

La bicicletta è sempre più rivalutata. La situazione economica, una più profonda sensibilità delle persone nei confronti dell’ambiente e degli stili di vita sostenibili, il maggiore bisogno di riallacciare un rapporto con la natura meno artificiale portano sempre più persone a muoversi su due ruote.

Ci sono sempre più bici adatte a viaggiare sul lungo percorso, ma ce ne sono anche studiate per trasportare carichi pesanti e voluminosi. La Graziella è un mezzo semplice, anche se è difficile associarla a un lungo percorso, sicuramente non è un mezzo da grandi prestazioni… Però risponde all’idea di viaggiare lentamente, di adattarsi alle situazioni con semplicità e in salita… si scende e si spinge!

“Costringe” anche a fermarsi spesso, guardarsi intorno e assorbire tutto ciò che c’è fra la partenza e l’arrivo, obbliga a osservare il territorio e non consente di limitarsi ad attraversarlo.

Questo viaggio vuole anche essere un momento di incontro con i luoghi attraversati. Grazie alla collaborazione con le realtà locali nel corso del viaggio verranno organizzate alcune serate il cui tema è:

Le domande del cammino

Oggi che i cammini riscuotono un sempre maggiore interesse quali sono le domande che si pone chi vuole mettersi in cammino? Dove vado? Con chi parto? Parto da solo oppure con altri? Come mi preparo?

 

Giancarlo Cotta Ramusino è autore del libro “Camminatori” pubblicato da Terre di mezzo.

Per informazioni:

E-mail: [email protected] – Facebook: girumin girumin

Ecco le tappe, vi segnaleremo a breve gli altri appuntamenti:

  • Novara: 20 Maggio ore 21.00
    Presso la sede del “Quartiere sud”
    via Monte San Gabriele 50 /c
  • Pavia: 22 maggio ore 21.00
    Aula Magna del Seminario Vescovile di Pavia
    Via Menocchio 26
  • Bardi: 26 maggio ore 21.00
    Casa della Gioventù
  • Borgotaro: 27 maggio ore 20.45
    Biblioteca Manara
    Piazza Manara n.7
  • Pietrasanta: 29 Maggio ore 21.00
    Casa Diocesana
    Via della rocca 2
  • Fucecchio: 30 maggio
    gruppo scout AGESCI
    via delle fornaci 2
  • Monteriggioni: 1 Giugno ore 17.00
    Giardino dei Lenti Viaggiatori
    Ritirata di Russia
Giancarlo Cotta Ramusino Informatico di professione, scout, appassionato di viaggi a piedi e in bicicletta. Nell’inverno del 2011 ha ripercorso le tracce della ritirata degli Alpini dalla Russia nel 1943. Per Terre di mezzo ha pubblicato Camminatori, guida pratica per esploratori, giramondo, viaggiatori, pellegrini,turisti, avventurieri. I suoi diari di Viaggio: http://www.percorsiditerre.it/diari-di-viaggio-di-giancarlo-cotta-ramusino/

Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.