L’itinerario della via Francigena

La crescita di importanza della via Francigena in questi anni porta inevitabilmente dibattiti sui vari percorsi. Ecco come Franco Cinti e Monica d’Atti raccontano come hanno tracciato il percorso descritto nella nostra guida della Via Francigena.

Forte poi è stata la presa di coscienza che il lavoro da noi fatto richiedesse una giusta caratterizzazione perché non fosse travisato. In una frase potremmo dire che per proporre un percorso di pellegrinaggio non c’è altro da fare che camminare da pellegrini. Un percorso unico, vero, fattibile, che possa portare il viandante e il pellegrino dal Monginevro a Roma sulle strade migliori, senza fargli perdere tempo o allungare con deviazioni inutili il già lungo cammino.
Un percorso nato con il passo del pellegrino, con i suoi piedi e con il suo cuore. Un cammino ormai provato e testato non solo da noi ma dai tanti che l’hanno già percorso con l’ausilio della guida. Infine, un cammino migliorato dalle tante segnalazioni giunte al nostro indirizzo di [email protected]
Questo itinerario scaturisce da esigenze e priorità tipiche del pellegrinaggio di tipo compostellano e non segue circuiti escursionistici locali anche se, per alcuni tratti, ci può essere coincidenza; su questo vogliamo richiamare fortemente l’attenzione perché ciascuno possa meglio scegliere secondo le sue preferenze e necessità personali. La differenza fra le due scelte di percorso è basilare. I circuiti escursionistici, sentieri Cai o altri, privilegiano 
itinerari pittoreschi per passeggiate di uno o due giorni che spesso tendono ad allungare il percorso per soddisfare esigenze turistiche e sportive.
Nella “Via del pellegrino” si è invece scelto di indicare l’itinerario che permettesse veramente di arrivare in fondo a un lungo cammino che si sviluppa in giorni e giorni di strada. Abbiamo poi voluto che fosse la via più rispettosa del percorso storico e anche la più semplice, per evitare di perdersi su sentieri o strade troppo secondarie dove non ci sono segnalazioni sufficienti o che appunto deviano il percorso in maniera inaccettabile per un pellegrino. Abbiamo dunque cercato con ostinato rigore i percorsi che permettessero di soddisfare il difficile equilibrio tra lunghezza, piacevolezza e sicurezza.

Dalla Guida alla via Francigena di Franco Cinti e Monica d’Atti

Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.