Orio Litta, la porta della via Francigena

Orio Litta fra le sue gemme architettoniche ( Villa Litta Carini, Chiesa Parrocchiale di S, Giovanni) ha uno splendido, antichissimo immobile risalente al X secolo : Cascina S. Pietro. Ristrutturato e trasformato in ostello per i pellegrini che sempre più numerosi passano e si fermano sulla strada per Roma.Il parroco milanese Don Flavio Riva il 25 giugno 2007, dopo essere stato accolto dall’hospitalero Pierluigi Cappelletti, cronista del registro d’onore del Comitato Accoglienza Pellegrini, scrisse: << Benedico il Signore di aver inaugurato per primo l’ospitale rifugio di Orio.>> Mai parole furono tanto profetiche, se è vero che da allora l’ostello ha ospitato oltre due mila romei provenienti da ogni parte del mondo.

Solo da sette anni Cascina S. Pietro svolge quindi il ruolo suggestivo di medioevale ostello comunale e lo fa distribuendo ai romei il suo fascino antico. Ma bisognava guardare al futuro e rendere più funzionale una struttura con alcune criticità. Dalla finestra della torre i pellegrini osservano l’argine lambrano e le propaggini dell’Appennino Piacentino, ascoltano i rintocchi dell’orologio della chiesa e godono di suggestivi tramonti. Ma la torre non aveva il riscaldamento ed il pregevole soffitto “alla cappuccina” mancava del sotto tetto; inoltre l’impiantistica non era a norma.

Ecco quindi la necessità di un nuovo progetto di restauro conservativo e di adeguamento funzionale voluto fortemente dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Pierluigi Cappelletti. Il progetto, redatto dall’Arch. Samuele Arrighi, è stato sostenuto dalla Provincia di Lodi, ha centrato il bando dei fondi emblematici Cariplo ed è stato cofinanziato con fondi della Regione Lombardia, essendo parte integrante del progetto provinciale “Le Vie della Fede”.

Oggi, 9 marzo 2014, grazie anche alla Fondazione Banco Popolare di Lodi, la grangia benedettina può ampliare la ricettività fino a 15 pellegrini, è del tutto funzionale e a norma, finalmente pronta per recitare appieno il ruolo assegnatole: quello di suggestivo e poetico “hospitium peregrinorum” sempre aperto e accogliente come gli oriesi sono verso i tanti pellegrini che arrivano.

Programma.

Ore 8.30. Trasporto dei Benedettini da P.zza dei Benedettini in Orio Litta per Camporinaldo.

Ore 9.00 Benedizione dei pellegrini da parte del Parroco don Andrea Legranzini, indi lungo la Via Francigena da Camporinaldo a Orio Litta ( km 12)

Ore 13.30 Arrivo alla grangia benedettina e pranzo del pellegrino .

Apertura della mostra del “Progetto di restauro conservativo della grangia”

Ore 16.00. Inaugurazione ufficiale della grangia di Cascina S. Pietro – hospitium peregrinorum, benedizione dei locali e discorso del Sindaco hospitalero Pier Luigi Cappelletti alla presenza delle massime autorità regionali e provinciali. Segue rinfresco.

Note .

Per chi partecipa al pellegrinaggio, è obbligatorio pre – confermare tramite mail al Comune di Orio Litta [email protected] oppure [email protected] o

tel. 0377-944.425 ( Pierluigi Cappelletti cell. 334 – 6176963)

Lasciaci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.